Ecotech | Responsabilità amministrativa
461
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-461,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.6,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Responsabilità amministrativa

Consulenza per il D. Lgs. n. 231/2001 sulla disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Consulenza per il D.Lgs. 231/ 2001

D.Lgs. n. 231 dell’8 giugno 2001: “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’articolo 11 della legge 29 settembre 2000, n. 300”.

Le società (e più in generale gli enti) possono essere chiamate a rispondere di alcuni reati commessi dai dirigenti o dalle persone sottoposte alla loro vigilanza a vantaggio della società.

In materia di sicurezza e di tutela della salute dei lavoratori i reati da cui può discendere la responsabilità amministrativa sono l’omicidio colposo o le lesioni (personali colpose) gravi o gravissime. commesse con violazioni delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs. n. 81/2008).

Con l’entrata in vigore del D. Lgs. n. 231/2001 non solo le persone fisiche autori materiali del fatto, ma anche la società risponde, con il proprio capitale sociale, di tali reati.

La società per non essere punita deve essere in grado di provare che:

  1. L’organo dirigente ha formalmente adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, costituente reato, modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi;
  2. Il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli e di curare il loro aggiornamento è stato affidato ad un organismo della società dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo;
  3. Le persone hanno commesso il reato eludendo fraudolentemente i modelli di organizzazione e di gestione;
  4. Non vi è stata omessa o insufficiente vigilanza da parte dell’Organismo dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo;

I modelli sono idonei se conformi alle linee guida UNI­INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) o al British Standard OHSAS 18001:2007, e presentano un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello stesso.

Lo studio mette a disposizione personale qualificato l’analisi delle esigenze aziendali e la successiva redazione del modello di organizzazione e gestione idoneo ad avere una un’efficacia esimente della responsabilità amministrativa per le società e per gli enti in genere.

Si provvederà a:

  • Individuare le attività nel cui ambito possono essere commessi reati;
  • Prevedere specifici protocolli diretti a programmare la formazione e l’attuazione delle decisioni della società in relazione ai reati da prevenire;
  • Individuare modalità di gestione delle risorse finanziarie idonee ad impedire la commissione dei reati;
  • Individuazione e gestione dell’Organismo di Vigilanza
  • Prevedere obblighi di informazione nei confronti dell’organismo deputato a vigilare sul funzionamento e l’osservanza dei modelli;
  • Introdurre un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel modello;
  • Aggiornamento periodico di tutta la documentazione
  • Predisporre ed attuare un modello di organizzazione e gestione significa assicurare la propria azienda contro gli infortuni.
preventivo gratuito

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi